RomaBambina.Org

Facciamo di Roma una Città delle Bambine e dei Bambini


RomaBambina.Org

Amin, Malalai e il sonno dell’oblio. Racconto di Italo Cassa

Capitolo 1 – La nuova vita di Amin

Sono passati 4 anni dall’arrivo di Amin, e la sua famiglia, in Svezia.
Il viaggio dalla Siria fu avventuroso e si salvarono per puro miracolo dal rischio di morire tutti in mare nella traversata dall’Egitto fino alla Sicilia. Amin ebbe un ruolo molto importante in quel viaggio, e fu la sua fantasia, e la sua forte speranza, a determinare l’evolversi degli avvenimenti.

In Svezia si trova bene, ha fatto tante amicizie, ormai è un ragazzo, e come tutti i ragazzi della sua età comincia a fare nuove scoperte della vita, e anche a guardare con occhi diversi le ragazze.

Tra le sue compagne ce n’è una in particolare, Malalai, una ragazza profuga dell’Afghanistan, fuggita con la sua famiglia dalla guerra e dalle imposizioni crudeli dei Talebani.
Amin è siriano ma non incontra nessuna difficoltà culturale nel rapportarsi con Malalai, amano passare tanto tempo insieme, discutendo di questo e di quello.

Certo, c’è anche lo studio… Importantissimo per tutti i ragazzi e in particolare per quelli della loro età, però ci sono anche tanti altri motivi di incontro e discussione che fanno di loro un duo affiatatissimo.

Malalai è giunta in Svezia da poco, con la sua mamma Rona e la sorellina Fatima. Il papà è morto in Afghanistan, ucciso perché si è opposto ai Talebani. La mamma le ha portate via dal paese alla ricerca di un futuro libero dalle crudeltà cui le donne sono sottoposte nel loro paese.

Il loro stato di rifugiati è però diverso da quello della famiglia di Amin, il quale, essendo un rifugiato siriano, ha ottenuto quasi subito lo status di rifugiato politico. La mamma di Amin ora lavora in una fabbrica dove cuce mongolfiere, un lavoro bizzarro, che a lei però piace molto, specialmente perché sono tutte molto colorate e le danno tanta allegria. Anche pensare che qualcuno un giorno volerà con quei tessuti gonfiati d’aria le dà un felicità immensa.

Di suo marito in Siria non ha saputo più nulla, se è morto oppure se è vivo, nulla… Però Hafsa porta ancora con sé il ricordo del suo compagno e ama raccontare ai suoi figli, Amin e Aisha, le loro avventure giovanili.

La sorella di Hafsa, Saliha, si è sposata con un giovane palestinese e ora hanno una bambina di nome Jamila, la cuginetta di Amin.

Malalai e la sua famiglia invece non hanno ancora ottenuto lo status di rifugiati politici e non si sa se lo potranno ottenere: le politiche svedesi sull’accoglienza dei profughi sono cambiate nel frattempo. Per il momento sono in attesa di sapere che cosa potrà accadere. Malalai è giovane e non ci pensa, preferisce, per il momento, vivere il bello che la sua nuova vita in Svezia gli concede.

Leggi il resto del libro in formato cartaceo oppure in ebook Kindle: https://www.amazon.it/dp/B08MV2LSXM

Ascolta la lingua degli Elfi

La danza delle fate della natura

Se ti è piaciuto questo racconto puoi dare un tuo contributo minimo, e gratuito, mettendo il “mi piace” e condividendolo su Facebook e gli altri social network, o anche facendolo conoscere ai tuoi contatti.
Se invece vuoi sostenere le attività umanitarie, per la difesa dei diritti umani, di Italo Cassa e dei volontari della Scuola di Pace, puoi fare una donazione, anche minima, cliccando sul pulsante DONA.

*Amin, Malalai e il sonno dell’oblio, scritto da Italo Cassa, fa seguito al romanzo illustrato “Amin, Aisha e il Mare”, sempre di Italo Cassa e pubblicato nel 2014 dalla casa editrice “L’Orto della Cultura”, con le illustrazioni di Alessandra Tombesi e la traduzione in arabo di Monica Diplotti.

Il nuovo romanzo di Italo Cassa “Amin, Malalai e il sonno dell’oblio” si ispira al fenomeno della Uppgivenhetssyndrom, ovvero dei bambini e ragazzi profughi in Svezia che cadono nella “Sindrome da rassegnazione” a seguito del diniego al visto permanente per poter restare in Svezia come rifugiati. I pazienti cadono in uno stato comatoso e, non sempre, si riprendono anche dopo aver ricevuto il visto permanente. Una situazione particolare che Italo affronta nel nuovo romanzo, tra neorealismo e letteratura fantastica.

Il nuovo romanzo è disponibile in ebook kindle e in versione cartacea da qui: https://www.amazon.it/dp/B08MV2LSXM

Share

Comments are closed.