RomaBambina.Org

Facciamo di Roma una Città delle Bambine e dei Bambini


RomaBambina.Org

Roma 2017 ~ Multicolor Carnival


quattordicesima edizione 2017
#multicolorcarnival

Il Carnevale è forse la più antica festa che l’umanità  abbia mai inventato. Già  gli uomini primitivi usavano mascherarsi in un preciso periodo dell’anno. Ma come mai ancora adesso indossiamo le maschere? Davvero possiamo trasformarci e diventare altro da noi?
Si tratta di una festa che proviene dall’unione di più culture. L’unica festa condivisa da tutta l’umanità che consente di scoprire cosa abbiamo in comune e celebrare ciò che ci rende diversi. Un nuovo modo di guardare il mondo, dentro e fuori di noi. Il Carnevale è l’arte di trasformare la vita.

In tutto il Mondo il Carnevale assume ancora una fondamentale importanza, specialmente nel Brasile, in Sud America e nei Caraibi. In Italia è ancora molto attuale nelle città storiche del Carnevale, come Venezia e Viareggio, e in quelle della Provincia, con numerosi e diversificati appuntamenti.

Nelle grandi città al Carnevale classico della “Commedia dell’arte” si è andato man mano sostituendo un diverso modo di vivere il Carnevale, in rapporto all’aumento dei cittadini immigrati, ognuno/a portatore di culture differenti.
Il Carnevale rappresenta l’unica festa che riesce ad unire spontaneamente tutti nella sua allegria e voglia di vivere momenti di spensieratezza.
Il Piccolo Carnevale Armonico si è mosso fin dalla sua nascita nel 2004 (l’ideatore è Italo Cassa) percorrendo l’esperienza della transculturalità, dove ognuno/a può sperimentare l’abbandono temporaneo della sua cultura d’origine, attraverso il gioco delle maschere.
In città come Roma e Milano, e non solo, il Carnevale ha assunto un carattere importantissimo di veicolo culturale per un dialogo di pace.
Al progetto culturale di un Carnevale Multicolor pensiamo che va collegata la battaglia per una rapida approvazione dello Ius Soli, senza variazioni rispetto al testo già in discussione in parlamento (Ius Soli per i bambini nati in Italia, e Ius Culturae per quelli entrati successivamente).
In tutta Italia sono più di un milione, più di 60.000 solo a Roma, i minori che attendono venga riconosciuto il loro diritto alla cittadinanza italiana, molti frequentano le scuole della nostra città e sono italiani a tutti gli effetti, tranne che per la legge sulla cittadinanza.
E senz’altro il nostro Multicolor Carnival si muove in una direzione di Pace e Integrazione dove tutti i bambini e ragazzi che vivono nella nostra città, come in Italia, in Europa, negli Stati Uniti e in tutto il Mondo, possano vivere una vita in piena gioia, ognuno splendidamente diverso, e ognuno entusiastamente insieme a tutti/e, per costruire tutti insieme un NUOVO MONDO fondato sulla Pace la Solidarietà!

La quattordicesima edizione (2017) sarà quindi ancora di più un “Multicolor Carnival“, nel gioco arcobaleno delle mascherine e della musica.
Ci sarà come per gli altri anni la sfilata con le mascherine a piazza Vittorio Emanuele II, domenica 26 Febbraio 2017 dalle h. 10 alle h. 13 (ai giardini, lato giostre), insieme ai bambini di tutto il mondo.
La partecipazione è gratuita.
Con le scuole, primarie e secondarie, saranno realizzati percorsi creativi, nel loro territorio e attraverso la partecipazione alla sfilata di domenica 26 Febbraio.
Il progetto è diretto a bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni.
Si può partecipare in uno di questi modi:
1) Con l’adesione al progetto
2) Realizzando una propria iniziativa di Multicolor Carnival presso la scuola o nel proprio territorio.
3) Partecipando alla Festa a piazza Vittorio domenica 26 Febbraio 2017, con una propria proposta creativa.

Per info e iscrizioni si può inviare una mail a lascuoladipace@gmail.com o chiamare il n. 3884481174
Tutte le attività saranno pubblicate sui siti www.romabambina.org e La Scuola di Pace, su Facebook e gli altri social network.

 

 

Share

You may use these HTML tags and attributes to empatize your opinion:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>